Intervista con Zeit e copertina del nuovo album

12060030_10156009559865858_516078610_o

Qui sopra potete ammirare la copertina di “The World Is Nothing”, il debutto degli Zeit che uscirà il 7 novembre. Qui sotto invece potete leggervi l’intervista fatta dal nostro Riccardo Volpe. Enjoy!

Finalmente gli Zeit sanno per uscire con un nuovo lavoro, quando uscirà di preciso? Sarà una release indipendente o siete stati appoggiati da qualche label?

Il disco uscirà il 2 Novembre e si, riusciremo a buttarlo fuori grazie ad una coproduzione con un bel pò di etichette italiane ed estere. Il cd uscirà per Trivel Records, il vinile invece vedrà coinvolte un bel pò di realtà che si stanno dando da fare molto bene in questo periodo [Assurd Records, Dischi Bervisti, 5feetUnder, Martire, Icore Produzioni, Dingleberry Records, Indelirium Record,Cave Canem Diy, Drugusingpeople records]. Le tapes ci saranno grazie al nostro amico Mike e alla sua nuova I Want To Believe Tapes. Indelirium records invece si occuperà della distribuzione digitale. Un bel pò di collaborazioni insomma, tutte con persone giuste e che ci stanno dando un bell’aiuto.

Cosa ci puoi dire di questo nuovo disco? La demo uscita l anno scorso era di sole due canzoni, credi ci sia stato un cambiamento nel vostro sound?

Sicuramente un cambiamento in parte c’è stato anche se diciamo che molto è rimasto sparato, storto e violento. Abbiamo però cercato di estremizzare qualcosa di quel che avevamo già detto con “Zoe-Bios”, aggiungendo molti passaggi che, ovviamente, in sole due tracce non avremmo potuto mettere. Posso dire che in un anno abbiamo cercato di dare il massimo nella composizione dei pezzi, cercando di non accontentarci della prima soluzione che ci veniva in mente ma provando comunque a non perdere in immediatezza. Un mare di bestemmie insomma.

Leo ha annunciato che sta lavorando al vostro nuovo video, puoi anticiparci qualcosa sul singolo che darà voce all’album?

Intanto Leo questa sera viene a dormire a casa tua eh (https:// www.youtube.com/watch?v=vCl3p-VuvtM). Il singolo è tra le canzoni del disco che preferisco per struttura, per testo e perché dal vivo mi diverte a manetta. E’ ovviamente sparato al punto giusto ma lascia spazio pure a qualcosa di lento, chiaramente lento per quel che si può intendere all’interno del nostro mood.

Avete già delle date in programma per la promozione del cd?

O yes, stiamo organizzando un tour in cui partiremo assieme agli amici e compagni di merende The Mild con cui ce la giocheremo a bibita e bestemmie. Certamente però a Street Fighter saremo i favoriti. Poi diverse date nei prossimi mesi. A breve potrete trovare tutto nella nostra pagina facebook (www.facebook.com/Zeithc)

Una cosa che mi sono sempre chiesto, perchè “Zeit”? Il significato sta nella parola tedesca?

Proprio come dici tu. Oltre che perché, almeno per me, suona dannatamente bene. Il fatto poi che in tedesco non abbia un’accezione precisa apre ad un orizzonte interpretativo abbastanza ampio da lasciare libero il vaneggio. Comunque, quasi sicuramente, un tedesco lo troverebbe un nome banale.

Con chi vi piacerebbe collaborare tra le varie bands di vexhc? E tra le band internazionali?

Una collaborazione all’interno del disco già c’è ed è in uno dei pezzi più sparati e stronzi dell’Lp. E’ un amico di ormai vecchissima data, qualcuno con cui io ed Ale abbiamo condiviso il palco la prima volta almeno dieci anni fa credo. Non dirò chi è ma sicuramente uno UAU farà capire di chi sto parlando a chi bazzica Venezia. E non mi sto riferendo a Rinaldo. Altre collaborazioni ci piacerebbe farne e credo le faremo, di band bomba da noi ce ne sono veramente tante.

Avete gusti musicali al di fuori dell’hardcore? Se sì quanto influenzano la vostra musica?

Decisamente si, il metal non si dimentica mai. Scuola svedese a manetta, At The Gates su tutti. I soliti classici Slayer, Testament, Death: Gene Hoglan continua a comandare. Le pedalate degli Helloween almeno una volta l’anno vado a ripescarmele. Ma anche stoner, elettronica, funk, alternative in senso ampio, colonne sonore. In realtà mi rendo conto che allargandomi così tanto la risposta rischi di diventare vaga, è che sto cercando di evitare una lista esagerata. Oggi mi sono sparato “Ritual music for the true clochard” degli Urfaust e adesso, mentre ti sto rispondendo, a gasare c’è la playlist di David Bowie. Sicuramente siamo molto influenzati da quel che sta fuori dall’hc ma anche dal metal stesso da cui comunque arriviamo.

La scena più stupida che hai mai visto da quando suoni con gli Zeit?

Beh, senza dubbio quando Gabri si è rotto la testa. Anche se a dire il vero nessuno di noi ha visto la scena. Eravamo andati a suonare un weekend in giro con gli Slander ed una sera ad un fest nelle Marche, proprio mentre stavano suonando loro, un ragazzo dell’organizzazione mi si avvicina e per dirmi che il nostro bassista si era aperto la testa. Nottata in pronto soccorso per Gab e Seba con referto che recita qualcosa come “Trauma cranico, alitosi alcolica” e qualcos’altro che non ricordo. Sicuramente divertente oltre che memorabile.

Quanto bella è Marghera da 1 a 10?

Lo stai chiedendo ad un margherotto. Sicuramente 10 + mi no go paura de ndar in gaera cit.

Saluta i fioi!

Ara i fioi ciao fioi. Per chi volesse ci si vede il 7 Novembre al Rivolta (Marghera, VE) per il release party del disco e grazie per l’intervista.

Advertisements

Zeit – The World is Nothing (Official Teaser)

11054479_784768131599935_8926863766916424249_n

Se avete bazzicato nel circondario veneto nell’ultimo annetto, il nome Zeit non dovrebbe suonarvi nuovo. Se invece è la prima volta che ne sentite parlare, innanzitutto vergognatevi, e poi filate ad ascoltare il loro ep “Zoe-Bios” su bandcamp, così per rifarvi i padiglioni auricolari e ingannare l’attesa.
Il quartetto, nato dalle ceneri di As The Sun, Anbruch e 400Colpi, sta infatti per pubblicare il disco d’esordio “The World Is Nothing”,registrato, mixato e masterizzato da Luca “Peo” Spigato all’Hate Recording Studio nel marzo 2015, di cui c’è il teaser (curato dal nostro Leo, che realizzerà anche il video di un pezzo tratto dall’album) a fondo pagina.
“The World Is Nothing” uscirà il 2 novembre 2015, co-prodotto da: 5 Feet Under, Assurd Records, Cave Canem DIY, Dingleberry Records, Dischi Bervisti, Drugsusingpeople Records, Icore Produzioni, Indelirium Records, I Want To Believe Tapes, Martire Records, Trivel Records.

Zeit Facebook
Zeit Bandcamp
Zeit Bigcartel

Intervista con gli On A Ship

12025658_1067995016544815_775383119_o

On A Ship sono un giovane gruppo post hardcore da San Donà. Alcuni di voi se li ricorderanno in apertura allo scorso Venezia Hardcore Fest, o per le varie date che hanno fatto nell’ultimo anno. Ci siamo fermati a scambiare due parole con il chitarrista Fabio sul nuovo ep, il nuovo video e i progetti futuri. Enjoy!

Allora ragassuoli, vi avevamo lasciati al vostro primo ep e direi che da quel momento sono successe un po’ di cose. Volete parlarci della vostra crescita nell’ultimo anno?

Ciao fioi, per prima cosa abbiamo avuto un piccolo cambio di formazione con l’arrivo del nostro punkettone rovigotto Matt, Ervas è dimagrito, Fabio in compenso ha buttato su chili, Pippo ha perso il lavoro (non che freghi qualcosa a qualcuno) e Samu è passato alla cicca elettronica. A livello musicale abbiamo allargato i nostri orizzonti e girato molto di più, in occasioni anche importanti, quindi ci siamo fatti un bel bagaglio che ha inciso parecchio parecchio nei nuovi pezzi, a nostro parere molto più personali.

La news più golosa è sicuramente l’uscita del nuovo ep “Novels”. Ci raccontate un po’ come si è sviluppato sia a livello musicale che a livello testi?

Come dicevamo sopra il pacco di nuove esperienze e influenze ha inciso parecchio; abbiamo ascoltato molte più cose (non necessariamente solo hardcore) e il che ha aiutato molto la stesura dei pezzi nuovi.
Idem per i testi, nei quali Samuele ha deciso di scrivere non più di concetti astratti ma di raccontare vere e proprie storie, da qui il titolo “Novels” che ci piaceva sia per musicalità che per significato.

Avete anche lavorato col nostro Leo per il video di “Parallel Lines” (lo potete vedere in fondo all’intervista). Come è stata come esperienza? Come avete sviluppato l’idea del video?

Inutile dire che ci siamo divertiti un sacco, per noi Leo è prima di tutto un amico quindi lavorare con lui è stato un vero piacere. L’idea del video è stata abbastanza semplice poiché segue la storia raccontata nel pezzo, riadattato poi a sceneggiatura da Samu che ha anche suggerito la soluzione di montaggio ispirata dalla serie tv “24” e dal film “Memento”.
In più in questo modo abbiamo fatto felici sia coloro a cui piace vedere video musicali con una “storia” sia coloro che preferiscono quelli dove si vede solo la band suonare 😉

State per imbarcarvi per il vostro primo tour europeo. Gasati per la partenza? Chi si aggiudicherà il premio di king devasto nei post concerti?

Gasati è un eufemismo, a parte un po’ di cagotto abbiamo una scimmia grossa come King Kong che ci saltella sulla schiena (e pesa quanto Ervas un anno fa, giusto per capirci). Il premio “King Devasto”? Ahahah  sarà una bella sfida, i finalisti sembrano essere Samu e Fabio che sono particolarmente carichi ma non ci stupiremmo di una sorpresa in Matt!

State già pianificando il vostro futuro? Quali sono i vostri obiettivi? Date una buona motivazione per cui la gente dovrebbe ascoltarvi e venire a vedervi dal vivo (no, “per tirare i coppini a Fabio” non è accettabile come risposta).

Per tirare coppini a Pippo ovviamente, ha la nuca perfetta per questo genere di cose (provare per credere)! Seriamente abbiamo un disastro di piani che comprendono altri tour (di cui uno già in pianificazione avanzata), il nostro primo LP, uno split… Non vi stiamo a elencare tutto perché si farebbe prima a contare i film di merda fatti da Nicholas Cage.
Quando e se verrete a vederci dal vivo vedrete una band che ne sta dando il più possibile in termini di tempo, impegno e passione e che sta cercando di crescere e ritagliarsi il suo spazio.
Aspettatevi dei concerti carichi e una maranza post show ancora più alta, come testimoniano le innumerevoli mine di Fabio ahah!

Ciao fioi, 17 settembre si parte uau!!

Ps. Giuriamo che tenteremo di riportare a casa i marò

On A Ship Facebook
On A Ship Bandcamp
On A Ship – Parallel Lines (Official Video)